Un autentico disco volante immortalato sopra il villaggio di Jastrowo, Polonia

L’ UFO a forma di trottola è stato fotografato da un uomo in sella alla sua bicicletta in una zona remota non lontana dal villaggio di Jastrowo, a circa 180 miglia da Varsavia.Il testimone riferisce come l’oggetto volante emettesse  uno strano fruscio mentre sfregava contro la cima di un albero prima di scomparire nel nulla.
Jason Gleave, un esperto di foto digitali, ha esaminato gli scatti giungendo alla conclusione che essi sono assolutamente autentici.
Gli scatti fotografici sono stati invitati all’ufologo e giornalista polacco Robert Bernatowicz, che ha voluto mantenere segreto il nome dell’autore che  teme di aver sofferto del “tempo mancante” un fenomeno che si verifica quando i testimoni di incontri  UFO riportano un vuoto nella loro memoria che a volte, sotto ipnosi, si rivela essere un’esperienza di rapimento alieno.
Il testimone riferisce inoltre come l’UFO abbia influenzato la sua memoria facendogli dimenticare quello che è successo negli attimi successivi.
Per ulteriori indagini, Bernatowicz si è  rivolto al signor Mantle, ex direttore investigativo per la British UFO Research Association, che ha indagato anche su centinaia di casi dall’inizio del  1979.
Il signor Mantle di Pontefract, West Yorks, ha dichiarato:
Ho lavorato su un numero considerevole di documenti fotografici nel corso degli anni e la maggior parte di essi si è rivelata essere qualcosa di assolutamente convenzionale o una semplice bufala“.
Egli ha inviato le foto anche all’ex ufficiale della RAF, il signor Gleave, che ora si è specializzato nell’analisi fotografica degli UFO.
Gleave sostiene che le immagini non sono state ritoccate o manomesse e che  l’UFO è un  oggetto solido  che si libra a circa 200 piedi da terra.
Gleave, che ha anche lavorato anche per la divisione British Aerospace Airbus, ha dichiarato:
Sono rimasto particolarmente sorpreso dall’elevata qualità delle foto. Ho sovrapposto  cinque immagini separate per confermare l’esatto movimento dell’oggetto che sembrava muoversi in un piccolo raggio di circa 200 piedi, rimanendo a circa 150-200 piedi di altitudine dal livello del suolo“.
Per quanto riguarda il processo di analisi è interessante notare  la notevole massa rappresentata dal fogliame sottostante e l’ambiente attorno all’oggetto volante.
Ciò è stato molto produttivo per accertare la prospettiva relativa all’oggetto e alla sua precisa posizione rispetto alla vegetazione.
Sembra che l’operatore della macchina da presa  avesse scattato le fotografie da cinque posizioni leggermente diverse, anche  se tutte a una distanza di circa pochi piedi l’una dall’altra, poiché in ciascuna si vedono chiaramente le foglie e i rami degli alberi .
Altri fattori importanti entrano in gioco per quanto riguarda le immagini in questione e precisamente la posizione del Sole  (in modo da misurare accuratamente la distanza dall’oggetto), l’ora del giorno e le rispettive ombre proiettate sul terreno. 
Senza tutte queste informazioni  risulta  difficile giungere a una conclusione definitiva.
L’oggetto stesso sembra avere una struttura e un aspetto metallico, esibendo una base / corpo circolare  più grande che si rastrema verso l’alto fino a un apice appuntito (simile al campanile di una chiesa) .
Sotto la base circolare più grande si vede chiaramente una piccola sporgenza a forma di cupola .
Anche l’ombra dell’oggetto sul terreno non viene rilevata, il che mi fa presumere che il Sole si trovi  dietro l’operatore della telecamera posizionando così l’ombra verso il distante fogliame .
Ho anche goffrato una delle immagini che mostra una vista ingrandita e migliorata dell’oggetto che non mostra alcun dispositivo o sistema di cablaggio atto a tenerlo  sospeso” .
VIAGGIO NEL TEMPO
Nella mia conclusione formulata dopo aver  analizzato le cinque immagini posso affermare che si tratta di un oggetto ben strutturato  e che sia di origine sconosciuta“.
Il signor Mantle ha poi aggiunto:
 “Se l’analisi di Jason Gleaves dovesse risultare corretta, e non ho motivo di suggerire diversamente, allora queste cinque foto scattate in  Polonia potrebbero essere le migliori che abbiamo mai ottenuto fin’ora“.
FONTE: misteroufo.blogspot.com

---------------------------------------------------------------

Alien Agenda non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicate né delle opinioni che in essi vengono espresse, ma hanno uno scopo puramente informativo. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e valutazioni personale.

Seguiteci anche sulla nostra pagina o sul gruppo Facebook.