Teotihuacán: Città degli Dei o antico spazioporto?

Il tempo: il primo secolo. Il luogo: Teotihuacán, una delle più grandi città Maya nell’antico Messico. Il suo nome significa “Città degli dei” o “il luogo in cui gli uomini diventano dei”.

Nonostante il periodo antico, la civiltà era una metropoli vivace, che ospitava sofisticate infrastrutture, ingegneria e tecnologia.

Improvvisamente, gli abitanti della grande città scomparvero nel 7 d.C., lasciando alle spalle la loro civiltà un tempo fiorente.

Dove sono andati e perché? Nessuno è del tutto sicuro di ciò che è accaduto, ma alcune prove chiave ci dicono che gli abitanti di Teotihuacán erano più avanzati di quanto si pensasse.

Sia la mica che il mercurio – minerali che svolgono un ruolo fondamentale nell’industria aerospaziale di oggi – sono stati scoperti nelle rovine di Teotihuacán. È possibile che i residenti della città abbiano lasciato la loro amata città per stabilire civiltà di fuga altrove?

Altre domande sorgono riguardo alle rovine lasciate alle spalle. Le piramidi di Teotihuacán risultano molto simili alle antiche piramidi trovate in Egitto. Come e perché è successo?

I Maya hanno lasciato dietro di sé misteri che scienziati, archeologi, storici e persone interessate stanno ancora cercando di svelare anche dopo tutti questi anni.

Teotihuacán: storia antica e geografia

Le rovine di Teotihuacán, una delle più grandi città del mondo antico, si trovano circa 50 km (31 miglia) a nord-est di Città del Messico. Si ritiene che la città sia stata fondata nel 1 a.C.

Entro il 2 d.C., era una fiorente metropoli con una popolazione di circa 150.000 a 200.000 abitanti. Gli fu dato il nome dagli Aztechi che fecero pellegrinaggi verso le rovine negli anni successivi.

Le rovine rivelano decine di condomini, la maggior parte con tetti piani che supportano la teoria dei giardini sul tetto o delle terrazze.

Altre strutture che sembrano residenze sono piccoli edifici raggruppati attorno a un cortile centrale. Al centro del cortile c’è una cucina dove gli abitanti della comunità si sono forse riuniti per i loro pasti quotidiani.

La città ha istituito un sistema di irrigazione per sfruttare la sua abbondante fornitura di acqua di sorgente.

Acqua adeguata, buon terreno e un clima moderato hanno contribuito alla crescita di frutta e verdura, tra cui mais, pomodori, fagioli, avocado e cacao, questi ultimi utilizzati per i suoi numerosi benefici per la salute. C’era un ampio gioco selvaggio per completare la loro dieta.

I cittadini di Teotihuacán avevano un debole per l’arte e l’artigianato.

Gli archeologi hanno scoperto sculture e ceramiche tra cui piatti rotondi con tre piedi e un coperchio, vasi decorati, bruciatori di incenso e figurine.

Hanno anche scoperto maschere di argilla e pietra che apparentemente adornavano statue. La maggior parte degli edifici sono stati decorati con murali che vanno da semplici paesaggi e fontane a ritratti dettagliati di eventi religiosi.

Oltre all’ampia acqua, Teotihuacán aveva anche un fiume di mercurio che scorreva sotto di esso. Grandi quantità di mica minerale sono state trovate in quasi tutti gli edifici della città, un minerale noto oggi per i suoi numerosi usi nell’industria elettronica e aerospaziale.

I test mostrano che la mica trovata a Teotihuacán proviene dal Brasile, a più di 2000 miglia di distanza. Oggi non ci sono ancora spiegazioni su come i Maya abbiano trasportato la mica o perché ne abbiano avuto bisogno in primo luogo.

Oggi, la mica viene utilizzata come condensatore nelle costruzioni, nonché per l’isolamento termico ed elettrico. “Agisce da moderatore nelle reazioni nucleari” ed è termicamente stabile fino a 500 gradi Celsius.

Inoltre, gli archeologi hanno trovato prove che la città aveva un “sistema stradale fiorente, che funzionava idraulicamente e che scorreva acqua”. I residenti di Teotihuacán erano abbastanza avanzati da avere accesso ad altre tecnologie come i veicoli spaziali?

Teotihuacán: Antico spazioporto?

Il layout architettonico di Teotihuacán indica che sarebbe stato perfetto per un antico porto spaziale. Si tratta di 20 chilometri quadrati (12 miglia quadrate) e ha un “layout di griglia preciso”.

La caratteristica dominante della città è la sua ampia Avenue of the Dead, che inizia nei campi agricoli e attraversa l’intera lunghezza della città, per finire alla Piramide della Luna.

Oggi il viale misura quasi 3,2 chilometri di lunghezza (2 miglia) e 40 metri (131 piedi) di larghezza. Gli archeologi hanno scoperto che il viale era in realtà molto più lungo e più largo di come appare oggi.

La fotografia satellitare suggerisce fortemente che i Maya progettarono questa strada come un antico aeroporto o porto spaziale. I resti di alcuni edifici lungo la possibile pista indicano che sono stati utilizzati per supportare gli aerei.

Dopo l’esame, gli scienziati hanno scoperto i punti di riferimento lungo la pista: questi punti di riferimento sembrano essere stati progettati per essere visti dai piloti al fine di informarli su eventuali cambiamenti dello strumento che dovevano apportare.

Piramidi di Teotihuacán e Giza

Due grandi piramidi dominano il paesaggio di Teotihuacán con una più piccola nelle vicinanze:

  • La piramide del sole a un’estremità del viale dei morti
  • La vicina piramide della luna
  • Il tempio degli archeologi di Quetzalcoatl ha scoperto che le loro “dimensioni, disposizione e in particolare le loro posizioni l’una rispetto all’altra corrispondono quasi esattamente a quelle delle tre piramidi di Giza in Egitto”.

Le tre piramidi di Teotihuacán e le piramidi di Giza sono “nello stesso layout delle stelle nella cintura di Orione”. Ancora più sbalorditivo è che gli ingegneri incaricati di costruire le piramidi in entrambe le posizioni hanno dimostrato una “[comprensione fondamentale delle costanti matematiche π, Φ ed e.

---------------------------------------------------------------

Alien Agenda non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicate né delle opinioni che in essi vengono espresse, ma hanno uno scopo puramente informativo. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e valutazioni personale.

Seguiteci anche sulla nostra pagina o sul gruppo Facebook.