Il sito di atterraggio di un UFO su Marte, “prova inspiegabile” degli alieni?

I cacciatori alieni credono di aver trovato prove di un luogo di atterraggio di un UFO su Marte, sostenendo che le stesse navi aliene sono state trovate sulla Terra.

Un teorico della cospirazione che ha cercato tra le immagini d’archivio della NASA crede di aver scoperto alcune verità aliene. L’apparente bomba si presenta sotto forma di un oggetto a forma di disco con una superficie piatta, che può essere visto parzialmente sepolto nella sabbia marziana – e l’appassionato di alieni Scott C Waring afferma che il disco è un velivolo alieno.

Scrivendo sul suo blog UFO Sightings Daily, ha detto che l’UFO in questione era lo stesso individuato dall’ex dipendente del governo degli Stati Uniti Bob Lazar.

Il signor Lazar afferma di essere un informatore del governo degli Stati Uniti che afferma di avere prove di alieni.

Il signor Waring ha detto sul suo blog UFO Sightings Daily: “Durante la ricerca in alcuni archivi della NASA mi sono imbattuto in una foto di Marte con un disco rotto.

“Il disco è molto simile al veicolo su cui Bob Lazar ha lavorato in Area S4.
“L’imbarcazione che ho trovato ha un sottile bordo del disco che sale fino a un’area interna più spessa e una gobba superiore che non è curva ma realizzata con linee rette.

“Posso persino vedere le finestre nell’astronave su Marte che ho trovato. Questa è una prova inesplicabile che gli alieni su Marte avessero un’astronave”.

Tuttavia, l’oggetto in questione è ovviamente una roccia che assomiglia a una struttura fabbricata.

Il cervello è cablato per vedere schemi familiari, come i volti per esempio, quando non sono effettivamente lì, e questo vale per la roccia in questione.

Questo è un fenomeno psicologico noto come pareidolia.

La NASA ha dichiarato: “La Pareidolia è il fenomeno psicologico in cui le persone vedono forme riconoscibili in nuvole, formazioni rocciose o oggetti o dati altrimenti non correlati.

“Ci sono molti esempi di questo fenomeno sulla Terra e nello spazio”.

Tuttavia, il signor Waring ha affermato che la pandemia di coronavirus ha dimostrato che l’umanità ha la forza per affrontare una rivelazione aliena e la NASA dovrebbe rilasciare tutte le prove in suo possesso.

Ha detto: “Proprio come il COVID-19 ha fatto alle persone in ogni paese mentre si diffondeva, perché il pubblico una volta credeva che una tale pandemia sarebbe stata impossibile, e tuttavia, la razza umana ha cambiato la sua prospettiva su quella molto velocemente.

“È così che sarebbe la divulgazione di alieni intelligenti, ma non ucciderebbe le persone né le spaventerebbe tanto.”

---------------------------------------------------------------

Alien Agenda non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicate né delle opinioni che in essi vengono espresse, ma hanno uno scopo puramente informativo. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e valutazioni personale.

Seguiteci anche sulla nostra pagina o sul gruppo Facebook.