Gli alieni erano presenti alla crocifissione di Gesù – ed ecco la “prova”

Gli ALIENI erano presenti alla crocifissione di Cristo, secondo gli appassionati di ET che studiano l’arte antica.

Perché i dipinti alle pareti della cattedrale di Svetitsjoveli in Georgia mostrano un’immagine di Cristo che ha mandato in delirio i teorici della cospirazione.

L’affresco mostra Cristo che viene crocifisso con una grande folla riunita intorno a lui, ma negli angoli superiori sinistro e destro appaiono oggetti volanti o una qualche forma di tecnologia avanzata che gli umani chiaramente non avrebbero avuto 2000 anni fa.

Le navi sono simili a una cupola, con tre tracce che escono da ciascuna, che assomigliano a un tipo di elica.

Gli storici dell’arte che hanno studiato l’affermazione della pittura 11 ° secolo che nessun corpo estraneo in realtà rappresentano gli angeli custodi, ma durante il periodo bizantino, che era presente in Europa sud-orientale e in Asia sud-occidentale, entro l’anno 1450, gli angeli erano rappresentati come gli umani con le ali.

Il sito del teorico della cospirazione Ancient Aliens ha detto: “L’artista sconosciuto sembra dirci che questi dischi volanti erano presenti durante la morte di Gesù.

“I volti probabilmente significano che questi oggetti sono stati pilotati da persone, o esseri, che sembrano avere un ruolo centrale nell’evento.

“Devono aver fatto parte della storia della crocifissione, almeno come insegnato dalla Chiesa ortodossa della Georgia.

“I primi artisti e la Chiesa ortodossa erano a conoscenza di alcuni fatti circa vecchio aliena che sono stati coperti fino ad ora?”

Nel corso della storia, Gesù Cristo e il cristianesimo sono stati collegati alla attività aliena.

Due testi separati dall’Egitto, ora in corso alla Morgan Library and Museum di New York, e l’altro al Museo della University of Pennsylvania, che sono stati recentemente decifrati negli ultimi anni e suggeriscono che Gesù fosse un alieno. Shifter

Il testo descrive Judas ‘il tradimento di Cristo: “Dissero allora i Giudei a Giuda,’ Come faremo ad arrestarlo (Gesù)? Perché non ha una forma unica, ma il suo aspetto cambia. A volte è arrossito, a volte è bianco, a volte è rosso, a volte è di colore di grano, a volte è pallido come asceta, a volte è un giovane uomo, a volte un vecchio “.

Un’altra lettura, scritta in lingua copta – una forma egiziana – descrive come Ponzio Pilato ha pranzato con Gesù la notte prima della sua crocifissione.

Il romano, che è considerato un santo nelle chiese dei cieli che spiegherebbe la sua visione favorevole, allora dice a Gesù: “Bene, allora ecco, la notte è arrivata, si alza e si ritira, e quando arriva il mattino e mi accusano per di te, darò loro l’unico figlio che ho così da poterti uccidere al loro posto. ”

A cui Gesù risponde:” O Pilato, sei stato considerato degno di una grande grazia perché hai mostrato una buona disposizione per me “.

Quindi, Gesù avrebbe mostrato a Pilato di poter scappare se avesse scelto di cambiare la sua forma.

Il testo dice: “Pilato allora guardò Gesù ed ecco, divenne disincarnato, non lo vide da molto tempo”.

---------------------------------------------------------------

Alien Agenda non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicate né delle opinioni che in essi vengono espresse, ma hanno uno scopo puramente informativo. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e valutazioni personale.

Seguiteci anche sulla nostra pagina o sul gruppo Facebook.