C’è un altro mondo sotto i ghiacci dell’Antartide?

Recentemente, un gruppo di esperti ha affermato che esiste un mondo nascosto sotto i ghiacci dell’Antartide.
Le ricerche hanno consentito di scoprire enormi “zone umide” a 2700 piedi sotto la calotta dell’Antartide occidentale.
Questa scoperta è stata effettuata grazie al progetto Whillans Ice Subglacial Access Research Drilling (WISSARD), finanziato dalla National Science Foundation. Gli esperti sono in procinto di scoprire cosa si nasconde esattamente sotto la superficie di questo continente misterioso .
Essi affermano che il Lago Whillans, che giace sotto i 2700 piedi di ghiaccio millenario, è in realtà molto simile a una “zona umida e ospitale”.
I ricercatori sperano che ulteriori indagini possano consentire loro di capire come si alzano i livelli del mare e come il ghiaccio risponde al riscaldamento globale.
Sembra che il misterioso lago venga periodicamente scaricato nell’oceano attraverso alcuni canali nonostante non vi fosse abbastanza energia per trasportare materiali  sedimentari.
Gli scienziati sono rimasti sconcertati quando hanno scoperto che la riserva d’acqua dell’oceano ha la capacità di alterare la biogeochimica del lago.
È davvero importante continuare nelle ricerche poiché nell’antichità l’Antartide era un’area tropicale coperta da foreste e caratterizzata da una fauna molto diversificata.
Quindi questa sarebbe una buona opportunità per gli scienziati scoprire gli aspetti interessanti di un lontano passato di questo territorio inesplorato e ricco di grandi sorprese.

---------------------------------------------------------------

Alien Agenda non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicate né delle opinioni che in essi vengono espresse, ma hanno uno scopo puramente informativo. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e valutazioni personale.

Seguiteci anche sulla nostra pagina o sul gruppo Facebook.