Angela Merkel è la figlia di Adolph Hitler?

Nei giorni della Pandemia emerge una verità che potrebbe sconvolgere e riscrivere la storia.

Nei giorni della pandemia da Covid19, che appare sempre di più essere stata programmata a tavolino per cercare di ridurre la popolazione mondiale, controllare tutti gli esseri umani con un microchip, avviare vaccinazioni di massa e soprattutto creare un Nuovo Ordine Mondiale, stanno emergendo grazie alla rete delle notizie, sbalorditive ed inquietanti allo stesso tempo, che se fossero confermate potrebbero costringerci a dover riscrivere la storia contemporanea. Quella storia che abbiamo studiato a scuola e che ci è stata insegnata dai nostri docenti utilizzando i classici libri di testo.

Una di queste notizie riguarda Adolph Hitler, il capo dei nazisti che durante la seconda guerra mondiale sterminarono milioni di ebrei nelle camere a gas dei lager in cui erano stati tenuti prigionieri. La storia ufficiale racconta che Hitler nel 1945 si uccise sparandosi un colpo di pistola nel suo bunker di Berlino, in cui era rinchiuso con la compagna Eva Braun, che morì, invece, ingerendo una dose di cianuro. Ma è andata proprio così?. Le notizie che stanno trapelando oggi, invece, raccontano che Hitler e la Braun riuscirono a fuggire in Argentina, uno dei Paesi sudamericani in cui si rifugiarono molti altri nazisti per sfuggire alla loro cattura per crimini di guerra.

Alcuni documenti della Cia e la testimonianza di un pilota che accompagnò Hitler, la Braun e la piccola figluoletta Ann in Danimarca, confermerebbero la tesi della fuga. In Argentina, Hitler cambiò cognome ed ebbe altre tre figlie, che avrebbe fatto adottare da famiglie europee per essere preparate ad entrare in politica e forse per seguire le orme paterne. Chi sarebbero queste sue tre presunte figlie?. Angela Merkel, attuale cancelliere federale della Germania, Theresa May, ex primo ministro britannico, e Dalia Grybaskaite’, ex presidente della Lituania. Ma non è tutto.

Adolph Hitler, che ha perseguitato ed ucciso gli ebrei, apparterrebbe ai Rothschild, una nobile e ricca famiglia di origini ebraiche che governerebbe il mondo insieme ad altre famiglie come i Rockefeller e discutibili personaggi come George Soros. Sarebbero loro a muovere i fili di tutti gli eventi che sono accaduti negli Usa ed in Europa. Il loro obiettivo è quello di essere ricchi sempre di più, schiavizzare gli esseri umani e dar vita al Nuovo Ordine Mondiale.

L’unico che li sta combattendo è il presidente americano Donald Trump, considerato da Soros un pericolo per il mondo intero. La sua imprevista elezione a presidente degli Stati Uniti, anziché Hillary Clinton, ha rovinato i loro loschi programmi. Trump è un serio ostacolo per loro. Ieri hanno tentato di farlo saltare con il fantomatico Russiagate. Oggi cercano di destabilizzarlo, organizzando rivolte popolari provocate dalla presunta morte dell’afroamericano Floyd ad opera di finti poliziotti.

Ma Trump, etichettando gli Antifa come terroristi, ha schierato l’esercito e si prepara ad una guerra che non riguarda solo gli Stati Uniti ma il mondo intero.

Anche l’Italia, dove ci sarebbe Soros dietro le proteste dei Gilet Arancioni, utilizzati come spaventapasseri per illudere gli italiani che qualcuno è sceso in piazza a protestare per loro. L’arancione è un colore già utilizzato in passato da Soros, il vero burattinaio degli eventi accaduti negli ultimi anni nel mondo ed in Europa.

Ma Trump, etichettando gli Antifa come terroristi, ha schierato l’esercito e si prepara ad una guerra che non riguarda solo gli Stati Uniti ma il mondo intero.

---------------------------------------------------------------

Alien Agenda non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicate né delle opinioni che in essi vengono espresse, ma hanno uno scopo puramente informativo. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e valutazioni personale.

Seguiteci anche sulla nostra pagina o sul gruppo Facebook.